Guitar Lesson: These Are The Days Of Our Lives

Ecco una lesson dedicata alla memoria di quel grande musicista che era Freddie Mercury: il “solo” di These are the days of our lives.

Sul profondo significato del brano non mi soffermo, ognuno di voi sa che è stato l’ultimo saluto che Freddie ha voluto lasciare ai suoi fans.

Dal punto di vista tecnico occorre notare che il solo è diviso idealmente in 2 parti:
– la prima (più lirica) prevede l’utilizzo dell’ indice della mano destra per pizzicare le note ed ottenere quel tipico suono “rotondo” alla Brian May,

– la seconda (quella più “veloce” ed intensa) prevede l’utilizzo del plettro o (della monetina da six pence…)

Nel mini-video tutorial ho eseguito prima a velocità rallentata la seconda parte poi tutto il solo a velocità normale.

Come sempre vi consiglio, occhio ai bending, soprattutto nella secondo parte: vanno intonati perfettamente e tirati col giusto “pathos”, cosa in cui Brian è un sommo maestro.

Per il suono ho optato per un overdrive non eccessivamente grosso, con l’aggiunta del “solito” chorus ed un pizzico di delay.

Ricordarsi di suonare la prima parte con il volume più o meno a metà, va alzato al massimo per eseguire la seconda parte così da avere un bel crescendo!

Non è stato possibile realizzare una piccola parte della tavolatura (contrassegnata con +) ma il video dovrebbe aiutare comunque.
La nota piccola sta ad indicare il bending, come negli spartiti ufficiali dei Queen.

Tablatura
These Are The Days Of Our Lives, il solo (prima parte) (file immagine .tif)
These Are The Days Of Our Lives, il solo (seconda parte) (file immagine .tif)

Mini-video Tutorial
Guitar Lesson: These Are The Days Of Our Lives, il solo (video .mov – file zippato 5mb ca)

A cura di Mirco Dimitrio

Share Button