Morgan Fisher

Morgan Fisher è conosciuto dai fan dei Queen soprattutto per via della sua partecipazione all’European Hot Space Tour, dove suonava la tastiera.

Memorabile la sua partecipazione al concerto al Milton Keynes Bowl del 05 giugno 1982, tutti ricorderanno come Freddie introduce Morgan, poco prima di “Crazy Little Thing Called Love”:
Hey, about, about ten years ago I knew about three chords on the guitar. And now, now in 1982, I know three chords on the guitar. Before, ah, before this wonderful intro that I’m gonna give you, right now, I’d like to a, introduce to you Mr Morgan Fisher on the piano – in that wonderful pink. He’s either AC or he’s DC, I don’t know

Non si conosce ancora bene il motivo per cui Morgan lasci le tastiere dei Queen durante quel tour, qualcuno afferma che and via perch aveva paura dei viaggi in aereo altri dicono che la band non gradiva il suo comportamento. Ma ovviamente sono solo rumors.

Questa Q&A però, dà qualche risposta in più sull’argomento, direttamente dalla voce del protagonista, Morgan Fisher.

Where, when and how did you first meet Queen?
Probably when they joined the Mott the Hoople UK tour in ’74. I had already met Brian and Freddie before that. Brian came to see my Morgan band play at the Marquee Club a few times in ’72/’73. Tim Staffell introduced me to Freddie at his home, as “the new singer in Smile.”
Dove, come e quando hai incontrato I Queen per la prima volta?
Probabilmente quando sono andati in tour con I Mott the Hoople nel ’74. Avevo già incontrato Brian e Freddie in precedenza. Brian era venuto a veder suonare la mia Morgan band al Marquee club alcune volte nel ‘72/’73. Tim Staffell mi presentò Freddie a casa sua, come “il nuovo cantante degli Smile”.

You worked with Mott from ’73 to ’80 and Queen, in the early years, Queen was one of your support-bands. Did you see them performing in that period? What do you remember?
I was with Mott from ’73 to ’77. Of course I saw Queen play on our UK/US tours. They were enormously energetic, almost frantic. And their clothes became more and more outrageous. Brian’s guitar playing was unique – very impressive. They were trying to make it more than anyone else I had seen. And as we all know – they did.
Hai lavorato con Mott dal ’73 all’ 80 e i Queen ai loro esordi sono stati una delle loro support band. Li hai visti suonare in quel periodo? Che cosa ricordi?
Sono stato con Mott dal ’73 al ’77 Ovviamente ho visto suonare I Queen nei tour negli USA e nel Regno Unito. Erano enormemente vivaci, quasi frenetici. E I loro abiti erano sempre più eccessivi. Il modo in cui Brian suonava la chitarra era unico – grandioso. Stavano cercando di fare molto di più di tutti gli altri che avevo visto. E come tutti sappiamo, ci riuscirono.

How good were they, in your opinion?
Well at that time I was completely into rock as we played it in Mott. We were already successful so we could lay back sometimes and not try to impress all the time. By contrast, Queen seemed desperate to make it, and sometimes I felt that they were trying too hard. But we didn’t feel any rivalry because they were quite different to us.
Quanto erano bravi, secondo te?
Beh, a quei tempi ero completamente “dentro” il rock che suonavamo nei Mott. Avevamo già successo, per cui qualche volta potevamo permetterci di rilassarci ed evitare di dover per forza fare impressione. Per contrasto i Queen sembravano tentare disperatamente di farcela e qualche volta avevo la sensazione che stessero impegnandosi un po’ troppo. Ma non c’era rivalità perchè eravamo troppo diversi.

Can you tell us any anecdotes of that period?
Freddie was so hung over one morning on the US tour, that in the hotel cafe he fell forward with his face in his fried eggs – and stayed there!
Ci puoi raccontare qualche aneddoto di quel periodo?
Una mattina, durante il tour statunitense, Freddie era così rintontito dai postumi di una sbornia che cadde in avanti con la faccia nel piatto delle uova fritte…e ci rimase!

There’s an old story about Queen and Aerosmith in 1974. What do you remember about it?
(this is the link)
Don’t remember that – but then I drank a lot in those days too! I can’t remember Brian drinking heavily, he always seemed such a gentleman.
C’è una vecchia storia sui Queen e gli Aerosmith nel 1974. Che cosa ti ricordi?
Non mi ricordo, ma allora anche io bevevo molto! Non mi ricordo che Brian abbia mai bevuto molto, mi è sempre sembrato un gentiluomo.

During the Morgan Band period one of your members was Tim Staffel: has he ever told you anything about his ex-band Smile and the new band, Queen, born just after he decided to leave Smile?
No he didn’t say much about Smile. Perhaps he didn’t feel good about leaving them – who knows? Many years after being in my Morgan band he said in an interview that he wished we had been playing R’n’B instead of progressive rock, which surprised me – he was so good at it!
Durante il periodo della Morgan band uno dei tuoi membri era Tim Staffel: ti ha mai detto qualcosa sulla sua band precedente, gli Smile, e la nuova band, Queen, nata subito dopo che lui decise di lasciare gli Smile?
No, non diceva molto degli Smile. Forse non sentiva di aver fatto una cosa buona a lasciarli – chissà? Molti anni dopo essere stato nella mia Morgan band disse, in un’intervista, che avrebbe voluto che avessimo suonato R’n’B invece di rock progressive, il che mi sorprese: era così bravo in quello!

Who asked you to work with Queen in the Hot Space tour?
Brian sent me a telegram, when I was living in Brussels. I had decided to get back into music after a couple of years’ break, and had written to several friends (including Brian) asking if they knew of any work I could do. I never expected to receive such a big offer!
Chi ti ha chiesto di lavorare con i Queen nell’Hot Space tour?
Brian mi mandò un telegramma quando abitavo a Bruxelles. Avevo deciso di riprendere a suonare dopo una pausa di un paio d’anni e avevo scritto a parecchi amici, incluso Brian, chiedendo se sapevano di qualche lavoro che potessi fare. Non mi sarei mai aspettato di ricevere una simile offerta!

What were the band’s indications about how to play their songs?
Very little. They just sent me all their albums and a list of songs for me to learn. I figured them out by myself, did the audition in Los Angeles (they had also asked Roger Powell to audition), got the job, then rehearsed with them for two weeks in Coppola’s Zoetrope Studios in Hollywood. During one of the quieter songs Brian ran over to me and yelled “play more beautifully!” That’s all I can remember!
Quali indicazioni ti hanno dato su come suonare le loro canzoni?
Molto poche. Semplicemente mi mandarono tutti i loro album e una lista di canzoni da imparare. Le ho imparate da solo ed ho fatto l’audizione a Los Angeles (avevano anche chiesto l’audizione a Roger Powell), ho ottenuto il lavoro, poi ho provato con loro per due settimane negli studi Coppola Zoetrope, a Hollywood. Durante una delle canzoni più calme Brian mi aggredì gridando “suona più perfettamente!” E’ tutto quello che ricordo!

What kind of keyboard did you play in their concerts?
A grand piano and an Oberheim synthesizer.
Che tipo di tastiera suonavi nei concerti?
Un pianoforte a coda e un sintetizzatore Oberheim.

What do you remember about the two months you spent with Queen? Any anecdotes?
Freddie travelled with his boyfriend. At nearly every after-show meal he would insist that Freddie stopped smoking. Freddie would always tell him loudly to “shutup and leave me alone!”

During one of Brian’s long guitar solos (when the rest of the band would go and sit in a little backstage tent) Freddie looked really bored, then raised his eyes to the ceiling and said “Ohhh, let’s go shopping!”

After I had been on the tour for a while, the band and road crew all knew that I was involved in Indian spirituality and meditation. One night when I came on stage, I saw that one of the crew had written in chalk, on the floor by my stool, a big arrow pointing left, and the word “EAST!”
Cosa ti ricordi di quei due mesi insieme ai Queen?
Freddie viaggiava con il suo ragazzo. A quasi tutte le cene del dopo spettacolo lui insisteva che Freddie smettesse di fumare. Freddie diceva sempre, alzando la voce. “Chiudi il becco e lasciami stare!”

Durante uno dei lunghissimi assolo di chitarra di Brian (quando il resto della band si sedeva in una specie di tenda dietro le quinte), Freddie aveva un aspetto veramente annoiato, alzò gli occhi al soffitto e disse “Ohhh, andiamo a fare shopping!”

Dopo essere stato un po’ di tempo con loro in tour, sia la band che lo staff sapevano tutti che ero fissato con la spiritualità indiana e la meditazione. Quando una sera salii sul palco mi accorsi che uno dello staff aveva disegnato con il gesso, sul pavimento vicino al mio sgabello, una grande freccia che puntava verso sinistra, e la parola EAST!

How would you describe Freddie, Brian, Roger and John?
Creative, hardworking, professional. As for their personalities, I am sure you all know them as well as I did…
Come descriveresti Freddie, Brian, Roger e John?
Creativi, lavoratori, professionali. Per quanto riguarda le loro personalità, sono sicuro che voi li conoscete bene quanto me…

Why didn’t you go on working with them?
Well as I said earlier, I had been accustomed to rock the way Mott played it. It was rougher, wilder, more spontaneous than Queen, who were very perfectionist in their approach. Plus by that time I had changed my lifestyle and was not the funny hard-drinking guy Queen had known during their tours with Mott. I think the timing was wrong – I didn’t feel so comfortable with Queen in 1982, and I think they sensed it. During a break between the Europe tour and the forthcoming US tour, they sent me a telegram to say that they had decided they didn’t need a keyboard player any more. Perhaps they were a bit embarrassed to tell me that actually they didn’t feel comfortable with me either – they soon found another keyboard player for their US tour.
Perchè non hai continuato a lavorare con loro?
Beh, come ho detto prima mi ero abituato al modo in cui i Mott suonavano rock. Era più rozzo, selvaggio, spontaneo rispetto ai Queen, che erano molto perfezionisti nel loro approccio. Inoltre all’epoca avevo cambiato il mio stile di vita e non ero più il ragazzo divertente e ubriacone che i Queen avevano conosciuto durante i loro tour con i Mott. Nel 1982 non mi sentivo molto a mio agio con i Queen, e penso che se ne fossero accorti anche loro. Durante una pausa fra il tour europeo e il successivo negli USA mi mandarono un telegramma per dirmi che avevano deciso che non avevano più bisogno di un tastierista. Forse erano un po’ imbarazzati a dirmi che in realtà neanche loro si sentivano più a loro agio con me. Subito dopo trovarono un altro tastierista per il loro tour negli USA.

Were you afraid to fly or were there problems with the band? Which is true? Are they only rumors?
I have no fear of flying and never did. See the answer above re possible “problems with the band.”
Avevi paura di volare o c’erano problemi con la band? Qual è la verità? Sono solo voci?
Non ho per niente paura di volare, nè l’ho mai avuta. Vedi risposta precedente “possibili problemi con il gruppo”.

Did you feel part of the band out of stage (did you eat with them or take part to their legendary after-concert parties)?
I usually went out for an after-show meal with the band. There weren’t so many legendary parties, except for a huge album release party at Heaven in London
Ti sentivi parte della band fuori dal palcoscenico? (mangiavi con loro o partecipavi alle loro leggendarie feste del dopo-concerto…)
Di solito andavo a cena con loro dopo lo spettacolo. Non ci sono state tante feste leggendarie, eccettuata una grandiosa festa per l’uscita di un album all’Heaven di Londra.

QueenItalia & Morgan Fisher, Ottobre 2007.

Share Button