So Sad It Ends…

Il 23 novembre 1991 Freddie Mercury annuncia al mondo di essere malato di AIDS. Esattamente il giorno dopo, perse la sua battaglia e morì nella sua casa inglese di Kensington, circondato dai suoi amici e dalla sua famiglia.
Il mondo è sconvolto.

Freddie ha sempre tenuto per sè il fatto di essere malato e solo le persone a lui più vicine sapevano quanto ormai era arrivato vicino alla fine dei suoi giorni. Fans da tutto il mondo cominciarono ad inviare fiori e messaggi di cordoglio, alcuni volarono addirittura a Londra, per radunarsi davanti la casa di Freddie.

Tre giorni dopo la sua morte Freddie venne cremato: alla cerimonia (che si svolse con il rito Zoroastriano) sono presenti solo i suoi genitori ed i suoi amici più intimi.

Il 25 novembre del 1991 viene pubblicato il primo singolo solista di Brian May, “Driven By You” (fu proprio Freddie ad insistere affinchè Brian pubblicasse il suo singolo secondo quanto aveva già pianificato, senza badare alle sue condizioni che stavano peggiorando). Originariamente concepito come “jingle” per una pubblicità FORD, il single fece la sua comparsa direttamente nella Top Ten inglese.

Il 9 dicembre del 1991 venne pubblicato il singolo, dal doppio lato A, “These Are The Days Of Our Lives/Bohemian Rhapsody“: un primo tributo a Freddie ed una prima raccolta fondi fatta a suo nome, a favore del Terence Higgins Trust. Il singolo irrompe nelle charts inglesi direttamente al numero 1 e ci resta per 5 settimane, raccogliendo quasi un milione di sterline per la lotta all’AIDS.

Nel Dicembre del 1991, i Queen hanno hanno più di 10 albums nella Top 100 inglese.

Nel Febbraio 1992, alla cerimonia dei Brit Awards, Freddie viene premiato con un award postumo, per il suo “Eccezionale contributo alla musica britannica”, mentre il singolo “These Are The Days…” viene premiato come miglior singolo dell’anno 1991.
Fu proprio in occasione di questa cerimonia che Brian e Roger annunciano che stanno organizzando un mega concerto al Wembley Stadium di Londra per celebrare la vita dell’amico Freddie Mercury e per dargli un ultimo saluto, che verrà ricordato per molto molto tempo…

I biglietti per il “Freddie Mercury Tribute – Concert for AIDS Awareness” furono messi in vendita il giorno dopo, e nonostante non fossero ancora stati annunciati gli artisti presenti (a parte Brian, Roger e John), andarono tutti esauriti (72.000 tagliandi!) in sole 6 ore.

Così, quel lunedi di pasquetta dell’Aprile 1992, molti degli artisti più famosi della musica pop-rock internazionale si unirono a Brian, Roger e John sul palco del Wembley Stadium in un emozionante tributo a Freddie. Lo stadio era pieno sino all’inverosimile ed il concerto venne ripreso dalle TV di mezzo mondo, fino a raggiungere un audience totale di oltre un miliardo di persone.

Il singolo “These Are The Days…” viene premiato ancora nell’Aprile del 1992 con un Ivor Novello, ed anche il singolo di Brian “Driven By You” riceve un riconoscimento per la “miglior musica di uno spot commerciale”.

Nell’estate del 1992 viene fondata la “Mercury Phoenix Trust“, un’associazione senza fini di lucro con lo scopo di raccogliere e redistribuire i fondi ottenuti con il Freddie Mercury Tribute.
Questa associazione esiste ancora ed ha donato un totale di 8 milioni di sterline alla lotta all’AIDS in tutto il mondo. Oggi concentra i suo sforzi nell’educazione e sensibilizzazione di questa tematica nei paesi in via di sviluppo. Amministrano la Mercury Phoenix Trust Brian May, Roger Taylor, Mary Austin e Jim Beach.

Il mese di Settembre del 1992 vede invece l’uscita dell’atteso album solista di Brian May, “Back To The Light“. L’album raggiunge la sesta posizione nelle charts inglesi ed ottiene un doppio disco d’oro. Brian forma la “Brian May Band” e dopo una serie di concerti warm-up in Chile, Argentina e Brasile nel Novembre del ’92, parte per un Tour mondiale: USA, Europa (come special guests nei concerti dei Guns ‘n’ Roses), Giappone.

Poco prima di Natale del 1992 viene pubblicata la doppia vhs del “Freddie Mercury Tribute“: il ricavato và interamente alla Mercury Phoenix Trust. Un mese prima, nel Novembre del 1992 in occasione del primo anniversario dalla scomparsa di Freddie, viene pubblicato in Europa il “Freddie Mercury Album” da cui vengono estratti 3 singoli: “In My Defence“, “The Great Pretender” e “Living On My Own” (quest’ultimo viene premiato con un Ivor Novello quale “International Hit Of The Year”).

Il 1993 vede anche la pubblicazione del “File Live EP“, un mini album che raccoglie le performance di George Michael e Lisa Stansfield con i Queen sul palco del Freddie Mercury Tribute. L’album ed il suo singolo “Somebody To Love” entrano nella Top Ten di 31 paesi nel mondo e raggiungono la prima posizione nella classifica inglese.

Nel Febbraio del 1994 la EMI pubblica il primo album dal vivo di Brian “The Brian May Band Live At The Brixton Academy“, su cd e vhs.

Nel Settembre del 1994 Roger pubblica il suo album solista “Happiness?“, preceduto dal singolo “Nazis 1994“, un singolo in tema con il ritorno di un’ondata di neo-nazismo in tutta Europa. Il secondo singolo, “Foreign Sand” viene pubblicato alla fine del Settembre 1994.

Nel Novembre del 1994 Roger e la sua band partono per un breve tour in Inghilterra ed in Italia: tour che si conclude il 29 gennaio 1995 a Napoli, all’Havana Club.

Share Button